(Don Bosco)
Barra verde
Barra rossa

II. Nei dintorni, la terra dei Santi

 1. Castelnuovo Don Bosco: nella parrocchiale di Sant’Andrea ricevettero il battesimo e la comunione Don Bosco, San Giuseppe Cafasso e il Beato Allamano. A quindici anni Giovannino Bosco ne frequenta la scuola (per la distanza prese pensione presso il sarto, dal quale imparò a cucire e a suonare l’organo). Interessante da visitare la chiesa della Madonna del Castello, la casa del Cafasso e la casa-museo dell’Allamano, fondatore dei Missionari della Consolata.

 2. Morialdo, frazione di Castelnuovo; presso la chiesa di San Pietro, Giovannino ricevette le prime lezioni di latino da Don Calosso; la famiglia Savio vi soggiornò per una decina d’anni.

 3. Capriglio, paese di Mamma Margherita; Giovannino vi frequentò alcuni corsi elementari. Un piccolo museo mantiene il ricordo di tale periodo e di mamma Margherita.

 4. Mondonio: paese di Domenico Savio (vi morì il 9 marzo 1857) nella casa sono raccolti alcuni ricordi di famiglia. Da qui Domenico, con suo padre, andò a incontrare Don Bosco: il sentiero percorso da Domenico è indicato da apposita segnaletica per quanti amano ripercorrere i passi e meditare i sentimenti vissuti dal giovane Santo.

 5. Buttigliera d’Asti: Giovanni Bosco ricevette la cresima e, nell’occasione delle ‘missioni’, incontrò Don Calosso. Qui vi si trasferì la Beata Maddalena Morano e da qui entrò nelle Figlie di Maria Ausiliatrice. Una mostra interessante allestita nella Chiesa di San Michele consente una maggiore conoscenza e testimonianza di questa straordinaria donna di Dio, santa educatrice.

 6. Moncucco e Cascina Moglia (borgata di Moncucco): qui Giovanni, tra i 12 e i 14 anni, trascorse 20 mesi lavorand come garzone di campagna per la famiglia Moglia. All Domenica presso la chiesa parrocchiale di Moncucco aiutava il parroco come catechista degli altri ragazzi. Nella frazione San Giovanni il 2 aprile 1842 nacque Domenico Savio; ora è Casa d’incontro formativi e di ritiri spirituali.

 7. Piovà Massaia: paese natale del Car. Guglielmo Massaia, Abuna Messias, Capuccino e grande apostolo tra i Galla in Etiopia. Un interessante Museo aiuta a conoscere la figura di questo formidabile missionario e coglierne il messaggio.

 8. Villanova d’Asti: sede di un piccolo Santuario dedicato alla Madonna delle Grazie, nei pressi del prato dove la Vergine apparve ad una pastorella, Maria Baj, e dove è la fonte miracolosa a cui le mamme portavano i bambini afflitti dalla malattia della ruffa. Mamma Margherita vi portò anche il piccolo Giovanni.

 9. San Giovanni di Riva presso Chieri: qui il 2 aprile 1842 nacque Domenico Savio; ora è Casa d’incontro formativi e di ritiri spirituali.

NEWS

9 marzo 2017
San Domenico Savio


160° morte di San Domenico Savio

scarica alta risoluzione (2 MB)

Archivio de
“il Tempio di Don Bosco”
collegati

Cerca nel sito:
Google: Yahoo: MSN: